All for Joomla All for Webmasters
Giuseppe Rossi
Giuseppe Rossi
Giuseppe Rossi

Don Haggarty

Grazie per la tua e-mail! Sono così felice di sentirti, ed ero entusiasta di aprire gli allegati e vedere i nuovi lavori che hai fatto. Bravo! Anche se si utilizzano nuove tecniche e nuovi media, ho subito visto la tua mano e la mente in questi dipinti quando ho aperto le immagini. E 'molto stimolante per me quando vedo una spinta artista al di là del lavoro che ho fatto e di esplorare nuovi territori. Sei arrivato ​​ad un punto raffinato con il tuo lavoro attuale, che a quanto pare si potrebbe facilmente essere soddisfatto di ciò che hai compiuto e andare avanti nella stessa direzione a tempo indeterminato. E non ci sarebbe nulla di sbagliato in questo, si potrebbe continuare a creare arte squisita. D'altra parte, però, è ammirevole vedere che si desidera di più.

Stavo parlando con un altro artista proprio l'altro giorno, che lavora con l'argilla in un certo numero di stili diversi. Mi ha chiesto cosa ne pensavo della possibilità che la personalità diventasse confusa nel suo lavoro a causa della varietà. La mia risposta è stata che, la chiave per ogni artista che vuole esplorare ed espandere è quello di farlo con onestà. E per me, per onestà intendo la capacità e la volontà di guardare in profondità dentro di noi e capire che cosa è che amiamo veramente, e ciò che mi spinge a fare arte. E 'tanta onestà che serve poi come la mia guida come ho esplorare nuove possibilità. Questa onestà assicura che tutto ciò che creo arte, e tutto ciò che nuove direzioni perseguo, l'arte che faccio verrà dal mio cuore e sarà quindi veramente e inconfondibilmente "mio". Potrebbe essere diverso?, forse, ma sarà sicuramente nato dalla mia mano e il mio spirito e sarà riconoscibile come proveniente da me.

Questo è certamente quello che vedo nei pezzi che hai condiviso con me. Anche se sono diverse dal lavoro che sono abituato a vedere dei tuoi, vedo chiaramente l'onestà con cui si sta esplorando queste nuove possibilità e posso dire che viene dalla tua mano e il tuo cuore. Piuttosto che la copia di qualcun altro solo per il gusto di fare qualcosa di nuovo, si sta evolvendo in una direzione naturale e bello da dentro di te, scavare ancora più a fondo l'argomento ti appassiona. Questo è molto eccitante!

Nei due quadri che hai condiviso, hai sicuramente fatto un passo verso l'astrazione del soggetto. Anche se il soggetto può ancora essere identificato, hai semplificato eliminando molti dei dettagli. In questo modo, ti consente molta più libertà di collocare sulla vernice come vernice, e il colore come colore, anziché sul soggetto del quadro. In un certo senso, il soggetto è diventato una "scusa" (e una scusa molto buona)  la diffusione in bellissimi colori e le reazioni. Ciò è particolarmente evidente quando ingrandisci le immagini e li guardi da vicino. Quando faccio questo, il soggetto scompare completamente e mi ritrovo, concentrato interamente sulle vernici e colori. Nei tuoi quadri attuali, si è già trasformato il soggetto per l'uso sensibile del contrasto e del colore, per cui è già in corso verso l'astratto. Ora si stanno spingendo i limiti di astrazione ancora più lontano.

la visualizzazione di questi due dipinti, una cosa che potrebbe notare è che il punto di contrasto più elevato in ciascuno di essi - il posto in posizione dominante del nero in ogni - si legge a me come un occhio in relazione alle forme circostanti. Con i titoli dei brani, credo che questa è stata la tua intenzione a causa della forma dell'animale legno o suggerendo forme umane. A causa di questo, però, trovo che la mia mente viene deviata verso il compito di abbinare l'occhio ad una faccia. Una volta che questo processo è iniziato, gli elementi astratti sembrano diventare oscurati dalla ricerca focalizzando la mia mente per "il volto". Il risultato è che mi trovo troppo in fretta a interpretare l'oggetto come un oggetto piuttosto che soffermarsi sulle forme, colori, modelli e stesure per se stessi. La rimozione di questa distrazione può essere semplice oscuramento alcuni altri punti in ogni quadro, al fine di sottomettere il dominio dell'occhio. Ciò forse portare a un più equo bilanciamento visivo tra l'oggetto faccia e gli elementi astratti. La mia mente quindi "danza" più facilmente tra oggetto e astratto, e non in fase di elaborazione così pesantemente per uno o l'altro.

Ma questo è un punto minore! Ogni volta che guardo questi dipinti, sorrido quando vedo i bei colori in esecuzione uno dentro l'altro, i bordi bagnati, i contrasti di caldo e freddo, di luce e di buio. Tu sei una vera ispirazione per me, Giuseppe! Vedendo i nuovi dipinti mi incoraggia a spingermi più in là nella mia arte. E 'una cosa meravigliosa per perfezionare il lavoro che abbiamo fatto, ma è una cosa che dà la vita a crescere e ad espandersi come artisti e come persone. Sono molto ansioso di seguire i tuoi quadri di venire e di guardare dove il tuo percorso ti condurrà. Sono felice di essere tuo amico artista!

Prof. Don Haggarty
Critico-Artista
Red Step Gallery - Seattle USA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più riguardo i cookie vai ai dettagli